La maggior parte di noi si porta dentro, da sempre, un viaggio, che non è una semplice visita, ma un sogno. E va crescendo a poco a poco, costruendosi una delicata architettura. E’ un’amabile malinconia, che sviluppiamo con un complicato processo: senza voli aerei, senza tempo, senza soldi. Dalle palpebre verso dentro.

Un viaggio di questo tipo si alimenta di letture, cartoline illustrate, carte geografiche, ortografie, persone che arrivano con delle notizie, avventure vissute da altri e di cui uno si sente partecipe, nell’oscurità di una sala cinematografica o a casa, soli davanti al televisore.

Un pezzetto dopo l’altro prende forma il paesaggio che si riproduce una realtà che non si può toccare, ma forte come il vincolo che unisce il corteggiatore alla sua amante segreta. Credo sia una sorta di pellegrinaggio che ha a che vedere con il luogo a cui, per motivi misteriosi, sentiamo di voler appartenere

(da “Amor America” di M.Torres)

Perle di saggezza popolare (grazie a Venessia.com)

Io vado...

...nella mia nuova casa

domenica 25 maggio 2008

Alla ricerca della Perfetta Letizia

Un sorriso, una pacca sulla spalla, una strizzata d'occhi... a volte non bastano...
Dopo un gran lavoro, con impegno e volontà, ci si aspetterebbe un "grazie". Ma a volte il lavoro e l'impegno, come quel sorriso e quella pacca sulla spalla, non bastano. C'è chi ti guarda e vorrebbe di più! Vorrebbe avere in mano la bacchetta magica e vedere dall'oggi al domani le cose cambiare, i risultati arrivare... e così ci si dimentica presto di tutto quello che c'è dietro. Di tutto quell'amore, quel sacrificio...
Non è per nascondersi dietro alla gratuità con cui si fa, non è per credersi così bravi da meritare un applauso, non è per sentirsi acclamati da un bagno di folla per il tempo che ci si dedica... questa... non è perfetta letizia...

E' solo perché, a volte, mi fermo a ripensare a tutto quello che faccio, a quello che trascuro per farlo, per darci il giusto tempo, il giusto impegno... l'amore! totale!

E così adesso mi trovo qui, con un pezzo di legno incastrato tra il cuore e l'orgoglio.
Mi ritrovo arrabbiata e un po' delusa, con la solita domanda che ogni tanto si fa sentire nella testa: "...ma chi diavolo me lo fa fare?"

Ma poi sento Francesco, cantare...

free music


Frate Leone, agnello del Signore, per quanto possa un frate sull' acqua camminare, sanare gli ammalati o vincere ogni male; o far vedere i ciechi e i morti camminare...
Frate Leone, pecorella del Signore, per quanto possa un santo frate parlare ai pesci e agli animali
e possa ammansire i lupi e farli amici come cani; per quanto possa lui svelare che cosa ci dará il domani.... Tu scrivi che questa non è perfetta letizia!

Frate Leone, agnello del Signore, per quanto possa un frate parlare tanto bene da far capire i sordi e convertire i ladri, per quanto anche all 'inferno lui possa far cristiani... tu scrivi che questa non é perfetta letizia

Se in mezzo a frate inverno, tra neve, freddo e vento, stasera arriveremo a casa e busseremo giù al portone, bagnati, stanchi ed affamati, ci scambieranno per due ladri, ci scacceranno come cani,
ci prenderanno a bastonate e al freddo toccherá aspettare con sora notte e sora fame. E se sapremo pazientare, bagnati, stanchi e bastonati, pensando che così Dio vuole e il male trsformarlo in bene, tu scrivi che questa.. è perfetta letizia!

testo: Tuttoscout



E allora mi rivedo in quello specchio... guardo e riguardo... dentro, dietro... davanti... nessun miracolo, nessun potere straordinario... solo la forza (da trovare!!) per pazientare, bagnati, stanchi ed affamati, anche dopo essere stati presi a bastonate...
Andare avanti per la propria strada, con coraggio e determinazione.

Chi me lo fa fare?!
Io! Semplicemente perché ci credo! Sarà pure una strada in salita, ma qualcuno insegna che la strada in salita è sempre la via migliore!
Un bacio di chi, con amore, ti sta accanto e ti sostiene, un tiro di sigaretta, uno sguardo al cielo, la carezza del vento in giardino... e poi si riprende, la strada!
A volte fermarsi va bene: aiuta a scendere dal piedistallo e ricominciare a guardare dal basso... con la certezza di poter dare e la voglia di capire...

Tu, scrivi che... questa... è perfetta letizia!
Già...

poco alla volta
passo dopo passo


5 commenti:

bizzz ha detto...

ogni volta che leggo pensieri di questo tipo ricordo un fatto per me eccezionale...
immagina...perugia...fuori la cattedrale...veglia per la marcia della pace...un amico-frate ciccione che racconta la storia...intorno musica, gente che canta e balla...un bel casino...però come al solito le storie che racconta sono accattivanti...di quelle che chiudono tutti i canali con la realtà circostante...le storie di Francesco fanno questo effetto...ti portano in un mondo lontano nel tempo ma tremendamente attuale...quel mondo fatto di incertezze, paure, incaxxature, delusioni...ma che se prendiamo con più semplicità forse si rivela un bel mondo, quello che tanto amava Francesco...quella semplicità disarmante!!! e poi ripensando alla canzone me ne viene in mente un'altra...prova ad ascoltare quella di branduardi...

"...aver vinto su te stesso...sappi questa è la letizia..."

http://www.youtube.com/watch?v=0U2yn1OUWYE

alla prossima!!!
cia'

Stefi ha detto...

Già.. Francesco l'aveva capito e l'avevo provato.. è solo che a volte ci vuole un po', per chi non è "Lui"..
Ma ci credo fermamenti... quindi diciamo che ci sto lavorando!! ;p

Grazie della tua dose di elisir... anche questa aiuta sempre!! ;)

Un abbraccio

Anonimo ha detto...

hei ciao ste, mi son fermato a leggere il tuo post su ieri....bello e potente!...dai sii forte, rielabora, supera e perdonali, in fin dei conti non sei te che ha dimostrato di non saper far il proprio mestiere...pensa positivo, che non sei quella a cui è andata peggio:pensa alla vecchia dei vasi!:-D
ah ti scrivo anonimo perchè...beh te lo dirò un giorno!;-)
matteo

Maracaibo ha detto...

Bè... Come sempre viviamo in parallelo cose simili stellina...
Sai, io so una cosa: che dare gratuitamente è difficile solo perchè nessuno ce lo insegna e perchè, in fondo, siamo noi a non volerci abbastanza bene. Il meccanismo sarebbe questo: io sono talmente ricco d'amore che trabocco di quest'amore, e lo trasmetto agli altri..in modo gratuito.
Ma arrivarci non è affatto facile. Perchè è l'equilibrio quello da trovare. E l'amore incondizionato per se stessi e per tutto ciò che ci circonda.
E allora forse alla domanda: chi me lo fa fare? si può avere una risposta di larghe vedute... e soprattutto di mete che con gli occhi non si vedono..

Ti abbraccio con amore, e ti voglio un bene infinito..
Non molliamo!

Stefi ha detto...

grazie a matteo per essere passato a leggere quei pensieri che già avevamo condiviso insieme, a parole... e che forse, qui, hanno potuto colorarsi di qualche sfumatura in più... un abbraccio al mio ometto!

grazie alla mia chiaretta... eh... è stata dura! e come vedi, ancora adesso non mi è proprio passata ma: son forte come una roccia, son delicata come un fiore che sboccia! ;)
Un abbraccio a te, stellina mia

 

blogger templates | Make Money Online